Comune di San Lorenzo Maggiore

AVVISO -BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA TELEMATICA -“OGGETTO DELL’APPALTO” SERVIZIO TRIENNALE DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI ED ASSIMILATI, TRASPORTO ALLO SMALTIMENTO, RACCOLTA DIFFERENZIATA E SPAZZAMENTO NEL TERRITORIO COMUNALE DI SAN LORENZO MAGGIORE (BN) – APPALTO A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE- Codice CUP H89J20001200006-Codice CIG 9041044986

AVVISO -BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA TELEMATICA -“OGGETTO DELL’APPALTO” SERVIZIO TRIENNALE DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI ED ASSIMILATI, TRASPORTO ALLO SMALTIMENTO, RACCOLTA DIFFERENZIATA E SPAZZAMENTO NEL TERRITORIO COMUNALE DI SAN LORENZO MAGGIORE (BN) – APPALTO A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE- Codice CUP H89J20001200006-Codice CIG 9041044986

COMUNE DI SAN LORENZE MAGGIORE

Provincia di Benevento Ufficio Tecnico

Via Santa Maria n. 47/A – CAP 82034 – SAN LORENZO MAGGIORE (BN) Tel. +39 0824-813711

Partita C.F./P.IVA: 81002300622/00883970626

http://www.comune.sanlorenzomaggiore.bn.it/ e-mail: durantemario.slm@libero.it

P.E.C.: prot.slm@asmepec.it

Portale acquisti: https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_comunesanlorenzomaggiore

Prot. n.654      del 31/01/2022 – Albo Pretorio n.107 del 04/02/2022

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA TELEMATICA

artt. 59, 60, 95, comma 3 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. – L.R. n. 3/07 e s.m.i.

Ai sensi dell’art. 60, comma 2, del D.Lgs. 50/2016 con aggiudicazione secondo il criterio del miglior

rapporto qualità/prezzo per l’Amministrazione Comunale ai sensi degli artt. 95 comma 3 del D.Lgs. 50/2016.

“OGGETTO DELL’APPALTO”

SERVIZIO TRIENNALE DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI ED ASSIMILATI, TRASPORTO ALLO SMALTIMENTO, RACCOLTA DIFFERENZIATA E SPAZZAMENTO NEL TERRITORIO COMUNALE DI SAN LORENZO MAGGIORE (BN) –

APPALTO A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE

Codice CUP H89J20001200006

Codice CIG

9041044986

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

  • Denominazione, indirizzi e punti di contatto

 

Denominazione

Comune di San Lorenzo Maggiore (BN)

Servizio/Settore/Ufficio Responsabile

Ufficio Tecnico

Indirizzo: Via Santa Maria, 47/A

C.A.P. 82034

Località/Città/Provincia

San Lorenzo Maggiore (BN)

Telefono 0824.813711

Fax 0824.813597

Posta elettronica certificata (e-mail)

prot.slm@asmepec.it

Indirizzo Internet (URL)

https://www.comune.sanlorenzomaggiore.bn.it

Persone di contatto: RUP: Geom. Mario DURANTE

Telefono: 0824.813711

Ulteriori informazioni sono disponibili presso i punti di contatto sopra indicati e su:

https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_comunesanlorenzomaggiore

La documentazione di gara è disponibile presso i punti di contatto sopra indicati;

 

  • PROVVEDIMENTI DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA, FONTE DI FINANZIAMENTO E COMUNICAZIONI
  • Determina dell’Area Tecnica di indizione gara 1 del 10/01/2022 (Reg. Gen. n. 1/2022);
  • Fonte di finanziamento: Bilancio Comunale;

I documenti di gara sono disponibili per un accesso gratuito, illimitato e diretto presso: https://www.comune.sanlorenzomaggiore.bn.it; https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_comunesanlorenzomaggiore

 

  • PUBBLICAZIONE DEL BANDO E DELL’ESITO

Il presente bando e i relativi allegati sono pubblicati, ai sensi dell’art.73, comma 4, D.Lgs 50/2016:

https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_comunesanlorenzomaggiore;

  • all’albo on-line del Comune di San Lorenzo Maggiore (BN);
  • sul sito internet dell’ Autorità Nazionale Anti Corruzione: anticorruzione.it;
  • sul sito del MIT: serviziocontrattipubblici.it;

Analogamente sarà pubblicato l’esito della gara.

  • LUOGO DI SVOLGIMENTO DELLA GARA

Le sedute di gara verranno espletate presso il Comune di San Lorenzo Maggiore (BN) sito in Via Santa Maria, 47/A – CAP 82034 – SAN LORENZO MAGGIORE (BN). La prima seduta pubblica di gara, salvo imprevisti, resta fissata per il giorno 16/03/2022 alle ore 16:00 Le sedute pubbliche successive, saranno comunicate, ai partecipanti, a mezzo PEC con almeno 48 ore di anticipo.

  • TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

Le offerte vanno inviate al seguente indirizzo: https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_comunesanlorenzomaggiore e dovranno pervenire entro le ore 13:00 del giorno 07/03/2022.-

SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO

  • Descrizione

II.1.1) Denominazione conferita all’appalto dall’amministrazione aggiudicatrice:

Affidamento del “SERVIZIO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI ED ASSIMILATI, TRASPORTO ALLO SMALTIMENTO, RACCOLTA DIFFERENZIATA E SPAZZAMENTO NEL TERRITORIO COMUNALE DI SAN LORENZO MAGGIORE (BN) – APPALTO A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE.

L’appalto di che trattasi è da definirsi “A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE” perché, come previsto dall’art. 34 del D.lgs. 50/2016 e ss.mm.ii, si sono adottati, per la definizione dei criteri di affidamento, i criteri ambientali minimi definiti dal Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 13 Febbraio 2014 “criteri minimi ambientali per “affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani” pubblicato sulla GURI Serie Generale n. 58 del 11/03/2014.

II.1.2) Tipo di appalto e luogo di esecuzione: SERVIZI

 
   

 

  Esecuzione

Progettazione ed esecuzione

Realizzazione, con qualsiasi mezzo, conforme alle prescrizioni dell’amministrazione aggiudicatrice

Luogo principale del Servizio: Comune di San Lorenzo Maggiore (BN)

Codice NUTS: ITF32

II.1.3) L’avviso riguarda un appalto pubblico

II.1.5) Breve descrizione dell’appalto:

I servizi, oggetto dell’appalto, consistono essenzialmente in:

a.      La raccolta a domicilio “porta a porta” per utenze domestiche e non domestiche (negozi, istituzioni, scuole, istituti bancari, attività produttive in genere) dei rifiuti urbani così come definiti dalle lettere a) e b) comma 2 dell’art. 184 del D.Lgs. 3 Aprile 2006 n. 152 conferiti in forma differenziata con separazione della frazione umida – organica compostabile e secca – residua, come definite dall’art. 183 del D.Lgs. 3 Aprile 2006 n. 152 s.m.i;

b.      La raccolta differenziata domiciliare “porta a porta” per utenze domestiche e non domestiche (negozi, istituzioni, scuole, istituti bancari, attività produttive in genere) di:

·  Frazione organica o umido;

·  Multi materiale (carta, cartone, tetrapak, plastica, acciaio, alluminio);

·  Frazione residua;

·  Vetro.-

c.       Servizio di raccolta presso le utenze pubbliche di proprietà comunale, anche date in gestione esterna (municipio, uffici, parchi pubblici, scuole pubbliche, impianti sportivi, ludoteche, cimitero, cantiere, ecc.).

d.      La raccolta dei medicinali scaduti e delle pile esauste mediante contenitori posti in prossimità di farmacie e tabaccherie.

e.       La raccolta di rifiuti di qualunque natura o provenienza, giacenti sulle strade ed aree pubbliche o sulle strade ed aree private comunque soggette ad uso pubblico, così come definiti dalla lettere d) dell’art. 184 del D.Lgs. 3 Aprile 2006 n. 152 s.m.i.

f.       Lo spazzamento manuale delle strade del centro abitato, delle piazze e delle aree pubbliche o ad uso pubblico e di parcheggio, e servizi collegati (svuotamento dei cestini porta rifiuti, rimozione di deiezioni animali, raccolta di siringhe abbandonate). Nei servizi di spazzamento sono incluse anche le seguenti attività:

§ Svuotamento dei cestini getta carta e sostituzione dei sacchi in polietilene (ove esistenti);

§ Raccolta di qualsiasi rifiuto, compresi i vari detriti fino alle più piccole dimensioni, prodotti dagli utenti o dagli agenti naturali, quali cartacce, detriti, terriccio, foglie, escrementi animali;

§ Sfalcio, taglio e raccolta erba dal manto stradale e dalle scalinate, marciapiedi e dai muri e muretti comunali.

§ Raccolta dei rifiuti presenti a fianco e sotto i cassonetti, compresi i rifiuti ingombranti e altre tipologie, tra cui le scatole di cartone e altre scatole di imballaggio. Per queste ultime s’intende infatti che queste situazioni siano il frutto di abbandono;

§ Raccolta vetro e lattine abbandonati su suolo pubblico e conferimento degli stessi entro appositi contenitori per la raccolta differenziata;

§ Raccolta dei rifiuti delle aree verdi e/o ad uso pubblico (aiuole, giardini, fontane, ecc.);

§ Raccolta foglie;

§ Raccolta delle siringhe (periodica e a chiamata);

§ Pulizia dei residui o rifiuti risultanti a seguito di incidenti stradali, manifestazioni culturali, sportive e folcloristiche o comunque denominate;

§ Raccolta delle erbe infestanti rinvenienti dalla pulizia delle scalinate, dei marciapiedi, dei muri e/o muretti comunali.

 

In tutte le fasi di spazzamento manuale, effettuato secondo i programmi, devono essere asportati tutti i rifiuti che in qualsiasi modo possono ostacolare il regolare deflusso delle acque, in particolare in corrispondenza delle griglie per le caditoie stradali.

g.      La raccolta rifiuti in forma differenziata e la pulizia delle aree interessate dai mercati settimanali e da fiere e manifestazioni varie.

h.      Il   servizio    di    trasporto    agli    impianti    di    recupero/trattamento/smaltimento,    indicati dall’Amministrazione Comunale, di tutte le tipologie di rifiuti urbani e materiali raccolti.

i.        La raccolta differenziata trasporto e recupero dei rifiuti cimiteriali (sfalci e fiori) verso impianti autorizzati (escluso i rifiuti speciali).

j.        La rendicontazione attività di tutti i servizi resi;

k.      la tenuta dei registri di carico e scarico e la compilazione dei formulari; predisposizione del MUD.

II.1.6) Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

 

Vocabolario principale

 

Oggetto principale

CPV: 90511000-2

 

II.1.7) L’appalto rientra nel campo di applicazione dell’accordo sugli appalti pubblici (AAP): SI

II.1.8) Lotti – L’appalto è suddiviso in lotti: NO

II.1.9) Informazioni sulle varianti – Ammissibilità di varianti: NO

  • Quantitativo o entità dell’appalto

 

II.2.1) Quantitativo o entità totale (IVA esclusa)

 

Euro 469.303,92

SERVIZI A BASE DI APPALTO (triennale) ci cui:

1)

Euro 455.634,87

soggetti a ribasso

2)

Euro 13.669,05

Oneri della sicurezza non soggetti a ribasso

3)

Euro 355.027,56

Costo personale

II.2.2) Opzioni:

1)           La durata del contratto in corso di esecuzione sarà modificata per il tempo strettamente necessario alla conclusione delle procedure necessarie per l’individuazione del nuovo contraente ai sensi dell’art. 106, comma 11 del Codice; massimo sei mesi di proroga. In tal caso il contraente è tenuto all’esecuzione delle prestazioni oggetto del contratto agli stessi – o più favorevoli – prezzi, patti e condizioni.

2)        Ai fini dell’art. 35, comma 4 del Codice, il valore massimo stimato dell’appalto, è pari ad Euro 530.915,22 al netto di Iva e/o di altre imposte e contributi di legge, nonché degli oneri per la sicurezza dovuti a rischi da interferenze.

3)        Indipendentemente dalla durata dell’affidamento previsto dal presente piano, il servizio cesserà automaticamente da parte dell’affidatario all’atto del subentro del gestore unico, che sarà individuato dall’autorità d’ambito ai sensi delle vigenti disposizioni di legge in materia. In tal caso il soggetto affidatario del servizio non potrà avanzare alcuna pretesa di qualsiasi natura o ristoro per risarcimento danni.

4)         Ai sensi dell’art. 50 del Codice, al fine di garantire i livelli occupazionali esistenti, l’aggiudicatario a termini di legge e nel rispetto dell’art. 6 del CCNL FISE/ASSOAMBINTE 05.04.2008, così come rinnovato in data 21.03.2012 ss.mm.ii., è tenuto ad assorbire, qualora sussistano i presupposti, il personale a tempo indeterminato della Società cessante che ne

 

abbia maturato i requisiti.

 

II.3) Durata dell’appalto o termine di esecuzione

Durata in mesi:

36 (trentasei) mesi

dal verbale di consegna servizi

 SEZIONE III: INFORMAZIONI              DI    CARATTERE   GIURIDICO,   ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO

  • Condizioni relative all’appalto

III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste

a)        concorrenti: ai sensi dell’Art. 1, comma 4, del “Decreto semplificazioni” (D.L. n. 76 del 16/07/2020 convertito con modificazioni in legge n. 120 dell’11/09/2020) garanzia provvisoria di Euro 4.693,04 (quattromilaseicentonovantatre/04) (1 % dell’importo dell’appalto), mediante cauzione con versamento in contanti in tesoreria o fideiussione conforme allo schema 1.1 approvato con d.m. n. 123 del 2004, integrata dalla clausola esplicita di rinuncia all’eccezione di cui all’articolo 1957, comma 2, del codice civile, corredata dall’impegno di un fideiussore al rilascio della cauzione definitiva;

b)     aggiudicatario: cauzione definitiva non inferiore al 5 % dell’importo del contratto, incrementabile in funzione dell’offerta, ex art. 103 del d.lgs. n. 50 del 2016 e s.m.i., mediante fideiussione conforme allo schema 1.2 approvato con D.M. n. 123 del 2004, integrata dalla clausola esplicita di rinuncia all’eccezione di cui all’articolo 1957, comma 2, del codice civile;

c)     aggiudicatario: polizza assicurativa per responsabilità civile per danni a terzi (R.C.T.) e per responsabilità civile verso prestatori di lavoro (R.C.O.) come appresso:

R.C.T. (Responsabilità Civile verso Terzi)

a. sinistro € 5.000.000,00

b. per persona € 2.000.000,00

c. per danni € 1.000.000,00

R.C.O. (Responsabilità Civile verso Prestatori di Lavoro a copertura di rivalse INAIL, etc)

a.  per sinistro € 1.000.000,00

b.  per persona lesa € 500.000,00

Gli importi della garanzia provvisoria di cui alla lettera a) e della cauzione definitiva di cui alla lettera b), sono dimezzati dell’Art. 1, comma 4, del “Decreto semplificazioni” (D.L. n. 76 del 16/07/2020 convertito con modificazioni in legge n. 120 dell’11/09/2020).

III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento:

a)      finanziamento: il servizio sarà finanziata con fondi di bilancio comunale;

b)    La Stazione Appaltante espressamente si riserva di procedere solo all’aggiudicazione provvisoria dei servizi avrà la facoltà di annullare la procedura senza ulteriori effetti nell’ipotesi in cui, prima della stipula del contratto d’appalto, dovessero sopraggiungere motivi di interesse pubblico (tra i quali si indica, a titolo esemplificativo e non esaustivo, la insussistenza dei fondi) senza che i partecipanti alla gara e l’aggiudicatario possano avanzare alcuna pretesa.

c)    Il concorrente non avrà nulla a che pretendere nei confronti della Stazione Appaltante nell’eventualità che la procedura di gara, per qualunque motivo, venga sospesa o annullata.

d)    Il corrispettivo dell’appalto è determinato a corpo ai sensi di quanto previsto dall’articolo 3, comma 2, lettera ddddd), del D.Lgs. n. 50 del 2016 e s.m.i..

e)    Per quanto attiene i pagamenti, trova applicazione l’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 in tema di tracciabilità dei flussi finanziari.

f)     I pagamenti avverranno ai sensi dell’art. 22, punto 2, del Capitolato Speciale d’Appalto.

g)    Non è previsto il riconoscimento dell’anticipazione contrattuale.

 

h)    Pagamenti in rate mensili posticipate.

i)      Sono previsti adeguamenti del corrispettivo ai sensi dell’art. 22, punto 3, del Capitolato Speciale d’Appalto.

III.1.3) Forma e soggetti ammessi alla procedura:

Sono ammessi alla gara gli operatori economici in possesso dei requisiti prescritti dai successivi paragrafi, tra i quali, in particolare, quelli costituiti da:

§  imprenditori individuali, anche artigiani, e le società, anche cooperative (art. 45, comma 2, lett. a del Codice);

§  consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro costituiti a norma della Legge 25 giugno 1909, n°422, e del Decreto Legislativo del Capo Provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947, n°1577, e successive modificazioni, e i consorzi tra imprese artigiane di cui alla Legge 8 agosto 1985, n°443 (art. 45, comma 2, lett. b del Codice);

§  consorzi stabili, costituiti anche in forma di società consortili ai sensi dell’articolo 2615-ter del codice civile, tra imprenditori individuali, anche artigiani, società commerciali, società cooperative di produzione e lavoro. I consorzi stabili sono formati da non meno di tre consorziati che, con decisione assunta dai rispettivi organi deliberativi, abbiano stabilito di operare in modo congiunto nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture per un periodo di tempo non inferiore a cinque anni, istituendo a tal fine una comune struttura di impresa (art. 45, comma 2, lett. c del Codice);

§  raggruppamenti temporanei di concorrenti, costituiti dai soggetti di cui alle lettere a), b) e c) dell’art. 45, comma 2, del Codice, i quali, prima della presentazione dell’offerta, abbiano conferito mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, qualificato mandatario, il quale esprime l’offerta in nome e per conto proprio e dei mandanti (art. 45, comma 2, lett. d del Codice);

§  consorzi ordinari di concorrenti di cui all’articolo 2602 del codice civile, costituiti tra i soggetti di cui alle lettere a), b) e c) del presente comma, anche in forma di società ai sensi dell’articolo 2615-ter del codice civile (art. 45, comma 2, lett. e del Codice);

§  le aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete ai sensi dell’articolo 3, comma 4-ter, del Decreto Legge 10 febbraio 2009, n°5, convertito, con modificazioni, dalla Legge 9 aprile 2009, n°33 (art. 45, comma 2, lett. f del Codice);

§  soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico (GEIE) ai sensi del Decreto Legislativo 23 luglio 1991, n°240 (art. 45, comma 2, lett. g del Codice);

§  gli operatori economici stabiliti in altri Stati membri dell’Unione Europea, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi, alle condizioni di cui al Codice degli appalti e al presente disciplinare di gara.

Ai predetti soggetti si applicano le disposizioni di cui agli artt. 47 e 48 del Codice.

III.1.4) Forma e soggetti non ammessi alla procedura:

Non è ammessa la partecipazione alla gara:

§  di concorrenti per i quali sussistano le cause di esclusione di cui all’art. 80 del Codice.

§  operatori economici aventi sede, residenza o domicilio nei paesi inseriti nelle c.d. “black list” di cui al Decreto del Ministro delle Finanze del 4 maggio 1999 e al Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 21 novembre 2001 che non sono in possesso dell’autorizzazione rilasciata ai sensi del D.M. 14 dicembre 2010 del Ministero dell’Economia e delle Finanze (art. 37 del D.L. 3 maggio 2010, n°78).

§  Gli operatori economici devono possedere, pena l’esclusione dalla gara, l’iscrizione nell’elenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa (c.d. white list) istituito presso la Prefettura della provincia in cui l’operatore economico ha la propria sede oppure devono aver presentato domanda di iscrizione al predetto elenco (cfr. Circolare Ministero dell’Interno prot. 25954 del 23 marzo 2016 e DPCM 18 aprile 2013 come aggiornato dal DPCM 24 novembre 2016).

 

§  operatori economici concorrenti, ai sensi dell’art. 48, comma 7, primo periodo, del Codice, che partecipano alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero partecipano alla gara anche in forma individuale qualora gli stessi abbiano partecipato alla gara medesima in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti o aggregazione di imprese aderenti al contratto di rete (nel prosieguo, aggregazione di imprese di rete).

§  E’ altresì vietato, ai sensi dell’articolo 48, comma 7, secondo periodo, del Codice, ai consorziati indicati per l’esecuzione da un consorzio di cui di cui all’art. 45, comma 2, lett. b) (consorzi tra società cooperative e consorzi tra imprese artigiane), di partecipare in qualsiasi altra forma alla medesima gara.

§  È infine vietato, ai sensi dell’articolo 48, comma 7, del Codice, ai consorziati indicati per l’esecuzione da un consorzio di cui all’articolo 45, comma 2, lett. c) (consorzi stabili), di partecipare in qualsiasi altra forma alla medesima gara.

                          ALTRE CONDIZIONI PARTICOLARI CUI È SOGGETTA LA REALIZZAZIONE DELLAPPALTO:

a)      il Capitolato Speciale d’appalto, è parte integrante del contratto;

b)     sono previste penali ai sensi dell’art. 31 del Capitolato Speciale d’appalto;

c)      controversie contrattuali deferite all’Autorità giudiziaria, con esclusione della competenza arbitrale.

  • Condizioni di partecipazione

 

III.2.1) Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi all’iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale

1)     iscrizione alla C.C.I.A.A. o altro registro ufficiale per i concorrenti stabiliti in altri paesi della U.E.;

2)     requisiti di ordine generale e assenza cause di esclusione art. 80 del d.lgs. n. 50 del 2016, alle condizioni di cui ai commi 1-bis e 2 della stessa norma, dichiarati come da disciplinare di gara;

3)    Assenza di partecipazione plurima art. 48, comma 7, d.lgs. n. 50 del 2016.

                          Capacità economica e finanziaria:

1)        Aver avuto un fatturato globale nel triennio 2018/2020 non inferiore al doppio dell’importo a base d’appalto ovvero Euro 938.607,84 (euro novecentotrentottomilamilaseicentosette/84) IVA esclusa, per servizi identici a quelli a base d’appalto;

2)        Aver avuto un fatturato specifico relativo ai servizi corrispondenti a quello in oggetto, realizzato nell’ultimo triennio 2014/2016 complessivamente non inferiore all’importo importo a base d’appalto ovvero a Euro 469.303,92 (euro cquattrocentosessantanovemilanotrecentotre/92) IVA esclusa.

3)        due idonee dichiarazioni bancarie (referenze). E’ ammesso altro mezzo di prova per dimostrare il requisito ai sensi dell’art. 86 comma 4 e dell’allegato XVII del d.lgs 50/2016 e s.m.i.

III.2.3) Capacità tecnica

1)         Iscrizione all’Albo delle Imprese che effettuano la Gestione dei Rifiuti ex D.M. n° 406/1998 per le seguenti categorie:

·     categoria 1 classe F (completa di tutte le attività per popolazione servita inferiore a 5.000 abitanti) o superiore;

·     categoria 4 classe F: raccolta e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi prodotti da terzi;

·     categoria 5 classe F: raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi.

2)         Autorizzazione al trasporto merci in conto proprio e in conto terzi (art. 212 comma 8 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i);

3)         Aver svolto nel triennio 2018/2020 servizi corrispondenti a quelli del presente appalto per una popolazione media non inferiore a 2.100 abitanti. Il requisito va dimostrato mediante

 

certificati rilasciati dalle amministrazioni per le quali è stato svolto il servizio. Per servizi uguali a quelli in appalto, si considerano quelli la cui gestione ha prodotto, nel triennio di riferimento, una percentuale di Raccolta Differenziata (R.D.) dei rifiuti urbani (dati certificati) non inferiore, mediamente, al 67%.

4)         disporre, per tutta la durata del contratto, di automezzi con uno standard minimo conforme ai CAM secondo cui almeno il 30% degli automezzi da utilizzare per l’appalto, (in proprietà e/o possesso) abbiano: motorizzazione non inferiore ad Euro 5, oppure essere elettrici, ibridi o alimentati a metano o GPL.

5)         Possesso della certificazione del sistema di qualità della serie europea UNI EN ISO9001 e di certificazione ambientale UNI EN ISO 14001 (o EMAS o equivalente) afferenti l’oggetto principale dell’appalto (servizi raccolta e trasporto RSU/servizi igiene urbana), nonché rating di lrgalità.

SEZIONE IV: PROCEDURA

 

IV.1.1) Tipo di procedura: aperta;

IV.2.1) Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa;

IV.2.1) AI SENSI DELLART. 95 comma 6 del D.Lgs. 50/2016, di seguito sono elencati i criteri (e i sub-criteri) di valutazione e i relativi punteggi (e i sub-punteggi): Elenco degli elementi e relativi punteggi e sub-punteggi;

 

 

elementi di valutazione

Elementi qualitativi

Wi

Elementi quantitativi

Wi

1.1 – Coerenza della proposta con riferimento alla correttezza tecnica del dimensionamento dei servizi in esame, la validità tecnico funzionale delle soluzioni proposte, gli orari di esecuzione dei servizi,

caratteristiche dei mezzi utilizzati per il servizio.

 

 

20

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2.1 – Prezzo Offerto

 

 

 

 

 

 

15

1.2 – Grado di approfondimento e di dettaglio delle soluzioni prospettate e la qualità del progetto presentato rispetto ai servizi, attività ed investimenti offerti, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, agli utenti ed all’Amministrazione in aggiunta o a supporto di quelli previsti nel Capitolato Speciale d’appalto.

–     Organizzazione, qualifiche ed esperienza del personale effettivamente utilizzato nell’appalto.

–      Mezzi ed attrezzature volte a ridurre gli impatti

ambientali.

 

 

 

 

16

1.3 – Planimetrie grafiche di dettaglio con individuazione dei servizi offerti previsti nel C.S.A. ed aggiuntivi e/o integrativi, nonché con l’indicazione delle misure di sicurezza adottate per l’esecuzione del

servizio.

 

 

10

 

         Proposte migliorative ed integrative al servizio volte a:

–   Iniziative per l’incremento percentuale della raccolta differenziata rispetto a quanto dichiarato dal comune di San Lorenzo Maggiore nell’anno antecedente a quello di appalto del servizio di che trattasi (modalità specifiche atte a garantire l’incremento ed il raggiungimento degli obiettivi in termini percentuali fissati nel C.S.A.);

–   servizi aggiuntivi e/o integrativi per l’Ente con particolare riferimento alla migliore organizzazione per la gestione

 

 

 

26

 

dell’Ecocentro ivi compreso gli interventi necessari a regolarizzarlo in base all’ipotetico migliore utilizzo, anche dal punto di vista amministrativo, ecc….;

–   servizi aggiuntivi e/o integrativi per i cittadini;

–   iniziative per la sensibilizzazione alla raccolta differenziata;

–   altri interventi e/o iniziative ritenuti dalla S.A. migliorativi rispetto a quelli previsti nella documentazione a base di gara;

–   Migliore qualità dei materiali forniti.-

 

 

 

1.5 – Possesso di Certificazioni in corso di validità

13

 

 

Totale qualitativi

85

Totale quantitativi

15

 

Si precisa che i punteggi sono più dettagliatamente suddivisi nel prospetto del Disciplinare di gara cui si dovrà fare riferimento in sede di offerta.-

 

Ai sensi dell’art. 95, comma 8, del Codice, è prevista una soglia minima di sbarramento pari a 60 punti su 85 (il punteggio tecnico complessivo). Il concorrente sarà escluso dalla gara nel caso in cui consegua un punteggio inferiore alla predetta soglia.

 

  • METODO DI ATTRIBUZIONE DEL COEFFICIENTE PER IL CALCOLO DEL PUNTEGGIO DELL’OFFERTA TECNICA

I coefficienti V(a)i di valutazione di natura qualitativa (elementi A), attraverso la media dei coefficienti, variabili tra zero ed uno, attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari. Per la determinazione del coefficiente V(a)i ogni Commissario rispetto al sub criterio qualitativo preso in considerazione, valuta la relativa documentazione ed attribuisce, discrezionalmente, un coefficiente variabile tra 0 ed 1.

Per quanto riguarda gli elementi di cui al punto 1.5, cui è assegnato un punteggio tabellare identificato dalla colonna “T” della tabella inserita nel disciplinare, il relativo punteggio è assegnato, automaticamente e in valore assoluto, sulla base della presenza o assenza nell’offerta, dell’elemento richiesto.

  • METODO DI ATTRIBUZIONE DEL COEFFICIENTE PER IL CALCOLO DEL PUNTEGGIO DELL’OFFERTA ECONOMICA

I coefficienti relativi agli elementi di natura quantitativa (elementi B) verranno calcolati tramite la

formula “bilineare” come appresso distinta:

 

(per Ai<=Asoglia) si applica la formula:       Ci = X*Ai/Asoglia

(per Ai>Asoglia) si applica la formula: Ci = X+(1,00 – X)*[(Ai Asoglia) / (Amax Asoglia)]

Dove:

Ci = coefficiente attribuito al concorrente iesimo

Ai = valore dell’offerta (ribasso) del concorrente iesimo

Asoglia = media aritmetica dei valori delle offerte (ribasso) dei concorrenti

Amax = valore dell’offerta (ribasso) più conveniente

X = 0,90

Il Ribasso percentuale dell’offerta economica proposto per l’espletamento del servizio, va chiaramente indicato in cifre e in lettere, con al massimo due cifre decimali dopo la virgola. In caso di discordanza tra il ribasso percentuale espresso in cifre e quello espresso in lettere prevale quello in lettere.

  • METODO PER IL CALCOLO DEI PUNTEGGI

La commissione, terminata l’attribuzione dei coefficienti, procederà, in relazione a ciascuna offerta, all’attribuzione dei punteggi per ogni singolo criterio secondo il metodo aggregativo-compensatore di cui alle linee Guida dell’ANAC n. 2, par. VI, n.1.

Il punteggio è dato dalla seguente formula:

C(a) =S n [Wi * V(a) i ]

IV.6) Informazioni di carattere amministrativo

IV.6.1) Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice:

CUP: H89J20001200006

 

CIG: 9041044986

IV.6.2) Condizioni per ottenere il capitolato d’oneri e la documentazione complementare

Termine per il ricevimento delle richieste di documenti o per l’accesso ai documenti:

Giorno:

Lunedì

Data:

28/02/2022

Ora:

13:00

IV.6.3) Termine ultimo per il ricevimento delle offerte:

Giorno:

Lunedì

Data:

07/03/2022

Ora:

13:00

IV.6.4) Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte: Italiano

IV.6.5) Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta:

giorni: 180 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)

IV.6.6) Modalità di apertura delle offerte

Giorno:

Mercoledì

Data:

16/03/2022

Ora:

16:00

Luogo: Comune di San Lorenzo Maggiore (BN)

Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte: SI

Rappresentanti dei concorrenti, in numero massimo di 2 persone per ciascuno; i soggetti muniti di delega o procura, o dotati di rappresentanza legale o direttori tecnici dei concorrenti, come risultanti dalla documentazione presentata, possono chiedere di verbalizzare le proprie osservazioni.

SEZIONE V – INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO V.1 DOCUMENTAZIONE DI GARA – ELABORATI PROGETTUALI

Gli elaborati progettuali sono consultabili e scaricabili dal sito della piattaforma Net4market – CSAmed s.r.l. di Cremona (https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_comunesanlorenzomaggiore) e dall’indirizzo internet https://www.comune.sanlorenzomaggiore.bn.it .

Inoltre è possibile consultare la documentazione progettuale presso l’Ufficio tecnico LL.PP. del Comune di San Lorenzo Maggiore (BN) sito in Via Santa Maria n. 47/A, nei giorni di Lunedì e Mercoledì di ogni settimana dalle ore 16:00 alle ore 18:00.

 

  • TERMINE PER RICEVERE LE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE E LE OFFERTE

Il plico contenente l’offerta dovrà essere consegnato esclusivamente in modalità telematica sulla piattaforma Net4market -CSAmed s.r.l. di Cremona, entro le ore 13:00 del giorno 07/03/2022.

  • LINGUA UTILIZZABILE

La presentazione delle offerte dovrà avvenire in lingua italiana.

  • MODALITA’ DI APERTURA DELLE OFFERTE

Luogo: Comune di San Lorenzo Maggiore (BN) sito in Via Santa Maria n. 47/A – CAP 82034 – SAN LORENZO MAGGIORE (BN).

La prima seduta pubblica di gara è fissata per il giorno 16/03/2022 alle ore 16:00.-

Le sedute pubbliche successive, saranno comunicate, ai partecipanti, a mezzo PEC e/o tramite la stessa piattaforma Net4market -CSAmed s.r.l. di Cremona con almeno 48 ore di anticipo.

Valutazione offerte tecniche: sedute riservate, verbalizzate.

Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte: un rappresentante per ciascuna società offerente (o delegato munito di delega scritta: in caso di delega, il delegato dovrà esibire copia del certificato iscrizione nel registro delle imprese dell’operatore economico – società offerente).

SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI

VI.1) Trattasi di un appalto periodico: NO

VI.2) Appalto connesso ad un progetto/programma finanziato da fondi comunitari: SI

VI.3) Informazioni complementari:

a) appalto indetto con determinazione dell’Area Tecnica di indizione gara n. 01 del 10/01/2022 (Reg. Gen. n. 1/2022) (art. 32 comma 2 e 3, d.lgs. n. 50 del 2016);

b)    il procedimento si svolge attraverso l’utilizzo della piattaforma telematica Net4market – CSAmed s.r.l. di Cremona (nel seguito “Sistema”), il cui accesso è consentito dall’apposito link presente all’indirizzo di contatto di cui al punto I.1), mediante il quale saranno gestite le fasi della procedura relative alla pubblicazione, presentazione, analisi, valutazione e aggiudicazione delle offerte, nonché le comunicazioni e gli scambi di informazioni. Le modalità tecniche per l’utilizzo del Sistema sono contenute nel disciplinare di gara, Punto 0 (PRESENTAZIONE), ove sono descritte le informazioni riguardanti la Piattaforma telematica, la dotazione informatica necessaria per la partecipazione alla procedura, la registrazione alla Piattaforma e la forma delle comunicazioni da utilizzare per la procedura.

L’offerta è composta da:

Documentazione Amministrativa, caricata sulla piattaforma, come prescritto dal Disciplinare di Gara al Punto 14, compresa la cauzione provvisoria;

Offerta Tecnica, caricata sulla piattaforma, come prescritto dal Disciplinare di Gara al Punto 15, al fine di individuare gli elementi di valutazione di cui al punto al punto IV.II, lettere A e B; le proposte devono essere contenute nei limiti stabiliti dalla documentazione posta a base di gara e non possono comportare aumento di spesa;

Offerta Economica, caricata sulla piattaforma, come prescritto dal Disciplinare di Gara al

Punto 16, mediante ribasso da applicare all’importo soggetto a ribasso indicato al punto

II.2.1) –pari ad Euro 455.634,87;

c) Il concorrente, ai sensi dell’art. 85, comma 1, del Codice dei contratti pubblici, dovrà inserire nella Busta Telematica della “Documentazione Amministrativa” il DGUE in formato elettronico secondo quanto indicato nel Disciplinare di Gara al Punto 14.6

d)  Aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida (Art. 183 D.Lgs. n. 50/2016);

e)    Ammesso avvalimento con obbligo di esecuzione di quanto avvalso da parte dell’avvalente;

f)      Ai sensi dell’Art. 1, comma 4, del “Decreto semplificazioni” (D.L. n. 76 del 16/07/2020 convertito con modificazioni in legge n. 120 dell’11/09/2020) è dovuta la garanzia provvisoria di Euro 4.693,04 (quattromilaseicentonovantatre/04) pari a 1 % dell’importo dell’appalto, mediante cauzione con versamento in contanti in tesoreria o fideiussione conforme allo schema

1.1 approvato con d.m. n. 123 del 2004, integrata dalla clausola esplicita di rinuncia all’eccezione di cui all’articolo 1957, comma 2, del codice civile, corredata dall’impegno di un fideiussore al rilascio della cauzione definitiva, A FAVORE DELLA STAZIONE APPALTANTE COMUNE DI SAN LORENZO MAGGIORE (BN).

 

g) gli operatori economici in raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario devono dichiarare l’impegno a costituirsi, il capogruppo mandatario, i propri requisiti e le quote di partecipazione se orizzontali, e i Servizi che ciascuno intende assumere se verticali (art. 48 comma 8 del d.lgs.

n. 50 del 2016, Art. 92 del D.P.R. n. 207/2010));

h) i consorzi stabili e i consorzi di cooperative o di imprese artigiane, se non eseguono i Servizi Tecnici in proprio, devono indicare i consorziati esecutori e, per questi ultimi, dichiarazioni

possesso requisiti (art. 48 D.Lgs. n. 50 del 2016);

i) indicazione del domicilio eletto per le comunicazioni e dell’indirizzo di posta elettronica e/o del

numero di fax per le predette comunicazioni (art. 76, d.lgs. n. 50 del 2016);

j) E’ dovuto da parete della Stazione Appaltante il contributo di Euro 225,00 a favore

dell’Autorità Nazionale Anticorruzione;

k) Il Sopralluogo (non obbligatorio) può essere effettuato previa richiesta di appuntamento con

nota PEC a firma del richiedente da far pervenire all’indirizzo: prot.slm@asmepec.it;

l) è richiesta l’allegazione del “PASSOE” rilasciato dall’ANAC ai sensi dell’art. 2, comma 3, lettera b), della deliberazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici n. 111 del 20

dicembre 2012;

m)ogni informazione, specificazione, modalità di presentazione della documentazione per l’ammissione e, modalità di aggiudicazione, indicate nel disciplinare di gara, parte integrante e sostanziale del presente bando, disponibile, unitamente ai modelli per le dichiarazioni, con

accesso libero all’indirizzo internet prot.slm@asmepec.it (art. 60 d.lgs. n. 50 del 2016);

n) controversie contrattuali deferite all’Autorità giudiziaria del Foro competente;

o) responsabile del procedimento: Geom. Mario DURANTE, recapiti come al punto I.1);

VI.4) Procedure di ricorso

VI.4.1) Organismo responsabile delle procedure di ricorso

Denominazione ufficiale:

T.A.R. (Tribunale Amministrativo Regionale) per la Campania, sede competente.

Organismo responsabile delle procedure di mediazione

Responsabile del procedimento di cui al punto VI.3, lettera q).

VI.4.2) Presentazione dei ricorsi

previa eventuale comunicazione di voler proporre ricorso giurisdizionale:

a)          entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente bando per motivi che ostano alla partecipazione;

b)         entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento di esclusione;

c)          entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento di aggiudicazione.

VI.4.3) Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione dei ricorsi

Responsabile del procedimento di cui al punto VI.3, lettera o).

VI.5) Pubblicazione:

Il presente bando, ai sensi dell’art. 72 D.lgs. n. 50/2016, è pubblicato su:

–   sulla G.U.U.E

–   sulla G.U.R.I.;

sul sito della piattaforma telematica Net4market -CSAmed s.r.l. di Cremona: (https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_comunesanlorenzomaggiore);

–   sul sito della stazione appaltante: https://www.comune.sanlorenzomaggiore.bn.it;

–   all’albo on-line del Comune di San Lorenzo Maggiore (BN);

–   sul sito internet del Autorità Nazionale Anti Corruzione:  www.anticorruzione.it;

–   sul sito del MIT: www.serviziocontrattipubblici.it;

 

 

VI.6) Data di pubblicazione del presente avviso:

31/01/2022

 

 

San Lorenzo Maggiore, 31/01/2022

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

F.to Geom. Mario DURANTE

Allegati (14)